Tarocchi della Zingara

Tarocchi on line. eu

I Tarocchi della Zingara: molti hanno abusato di questo nome e hanno spacciato come lettura dei tarocchi della Zingara una normale stesura e interpretazione delle carte degli Arcani Maggiori. Questa pagina vuol fare un po’ di chiarezza nella confusione che c’è riguardo.

I Tarocchi della Zingara sono divenuti tali a seguito di un’evoluzione ben precisa. I mazzi che vengono usati oggi per la loro lettura vanno dai Tarocchi di Rider Waite alle sibille di Lenormand alle carte Napoletane. E’ vero che le carte della Zingara sono un modo di leggere il futuro, per cui anche altri mazzi, oltre quello specifico creato dai Gitani, e a breve vi racconteremo come, possono andar bene, purché si conosca davvero l’arte di leggere le carte con il metodo dei Tarocchi della Zingara.

Come nascono i Tarocchi della Zingara

Alla fine del 1700 c’era in Francia una studiosa di astrologia, mitologia, Kabala e tarocchi di nome Marie Anne Lenormand. Aveva come clienti personaggi pubblici importanti. Robespierre, Napoleone, e persino Luigi XVIII, ma anche semplici persone del popolo così come della borghesia. Nel 1828 ha pubblicato il suo primo mazzo di carte, La Sybille des Salons. 54 carte in totale.

Siccome era difficile da leggere e comprendere, intorno alla metà del 1800 venne ridotto a 32 e ridisegnato totalmente. Altre versioni dello stesso mazzo sono state editate fino all’ultima, del 1870, che è ancora in uso: Le Petit Lenormand. Nel frattempo la Lenormand era già morta, e gran parte dei suoi scritti e delle sue rappresentazioni per la creazione del primo mazzo di carte erano andati perduti. Intorno alla fine del 1800, però, alcuni suoi manoscritti vennero recuperati dal popolo Gypsy, che si appropriarono dell’oracolo delle Sibille, e lo trasformarono in una delle loro principali arti magiche. Abbiamo detto prima che i Gitani vivono la loro comunità e rifiutano quasi tutto quello che viene dai Gagè, come loro chiamano tutti quelli che non sono Rom.

Hanno pensato bene allora di cambiare tutti i simboli delle carte della Lenormand in altri che facessero parte della loro cultura fino ad arrivare ad vere uno strumento specifico tutto loro. Cambiati i disegni originali con altri inerenti alla natura, alla loro cultura e vita quotidiana, cambiati anche alcuni significati originari, hanno messo a punto il mazzo dei tarocchi della zingara, strumento di divinazione potentissimo anche per il loro metodo di lettura.

Ogni carta del mazzo contiene in se un gran numero di informazioni, ma la vera arte è come queste informazioni vengono interpretate a seconda della domanda e grazie al potere di chiaroveggenza e alla sensibilità della cartomante, della primogenita istruita dalla strega della tribù. I Tarocchi della Zingara sono il modo in cui vengono elaborate le risposte in base alle informazioni contenute nei simboli di ogni carta, ma soprattutto alla potenza della loro magica capacità di interpretazione e comprensione.

Creati sulla base di una delle più grandi sensitive e cartomanti della storia, permeati della potenza magica della cultura Gitana, i Tarocchi della Zingara nascono e vengono utilizzati per predire il futuro, una inesauribile fonte di verità per tutti coloro che vogliono sapere qualcosa sulle proprie emozioni, sulla famiglia, sulle finanze e su moltissime altre questioni.

I tarocchi della Zingara e il loro significato on line
TAROCCHI ZINGARA

Il mazzo originario in breve

Ecco il mazzo originario delle carte dei tarocchi della Zingara:

  • Il Cavaliere, ossia notizie che stanno arrivando, messaggi più o meno felici, ma in generale legato alla comunicazione di qualcosa.
  • Il Quadrifoglio, cogliere l’opportunità è quello che comunica. La possibilità di successo, la fortuna, possono avere vita breve, se non si colgono le opportunità che successo e fortuna offrono.
  • La Nave o anche Sul Mare, ambivalenza nel significato, che può essere un viaggio o una signorina. In entrambi i casi instabilità, soprattutto emotiva, revoca di situazioni o approccio a nuove situazioni.
  • La Casa, ossia chi siamo noi, nel profondo. Come viviamo la famiglia e lo stare in casa.
  • L’Albero, la spiritualità sia fisica che mentale. L’albero, solido, che si rigenera dai rami potati, che cresce ci dà fede e serenità, ci porta alle nostre radici e convinzioni.
  • Le Nuvole, ossia i dubbi che ci assalgono, l’instabilità nelle decisioni, confusione, illusione. Qualcosa di nebulosa o nascosto, poco visibile.
  • Il Cobra, o in generale serpente, che inganna, che crea avversità istigando alla gelosia.
  • La Bara, un nuovo inizio, un cambiamento, una trasformazione. Può anche però essere un’interruzione nel nuovo che sta nascendo così come la fine di dolorosi problemi.
  • I Fiori, gioia e profumo della felicità, dell’unità, della fratellanza. Gioia per delle sorprese piacevoli.
  • La Falce, a significare che è ora di darci un taglio, bisogna fermarsi e decidere, siamo di fronte ad eventi rapidi e inattesi.
  • La Frusta, onomatopeicamente intesa per raffigurare un colpo secco, che colpisce l’emotività. Conflitto, discordia, punizione, manipolazione e controllo.
  • Gli Uccelli sono anche loro portatori di notizie, ma più come pettegolezzo che non come comunicazione a 360 gradi, come il Cavaliere. Realtà romanzata.
  • Il Bambino, per definizione innocenza, ma anche nuovo che incombe, un nuovo inizio.
  • La Volpe, bisogna essere furbi, sagaci, per superare difficoltà e contrattempi. Fare attenzione alla trappole della vita, ai tradimenti e soprattutto alla slealtà.
  • L’Orso, grande energia ma come trasposizione di abuso di potere. Beni materiali, ricchezza, denaro e autoritarismo, ma intesi tutti in maniera negativa.
  • Le Stelle, la vicinanza al raggiungimento dei nostri desideri. I nostri sogni e le nostre ambizioni a portata di mano.
  • La Cicogna, di per se porta alla mente la nascita, per cui tutto quello che riguarda nuovi progetti, nuove attività in elaborazione, modifica in generale della nostra routine.
  • Il Cane, lealtà, comprensione e dedizione, la base per intessere ottime relazioni familiari, amorose o di amicizia. Ci si può fidare.
  • La Torre, bisogna arroccarsi un po’ sulle difensive, necessario per riflettere sul da farsi. Calma e meditazione, introspezione per valutare le opzioni possibili.
  • Il Giardino, i frutti sono maturi per essere raccolti. Amicizie, corteggiamenti, famiglia, socializzare per raccogliere positività. La Montagna, ovvero non erigiamo barriere davanti a noi. Siamo meno testardi e più saggi.
  • Il Percorso, abbiamo una strada aperta davanti a noi. Il futuro dipende dalle scelte che andremo a fare.
  • Il Topo, siamo disillusi in amore e questo ci fa perdere energia per affrontare anche altre cose. Vediamo di non cadere nello stress.
  • Il Cuore, la cosa più importante in amore. Un amore che stiamo per iniziare a vivere con tutto il romanticismo che comporta.
  • L’Anello, che arriva dopo la storia romantica, per matrimoni felici e duraturi.
  • I Libri, la prova dell’intelligenza, del sapersi concentrare su un obiettivo acquisendo tutte le informazioni necessarie a raggiungerlo.
  • La Lettera, i messaggi che ci stanno arrivando da tutte le parti a cui fare attenzione.
  • L’Uomo, l’energia maschile sotto forma di padre, fidanzato, marito, amico, ma sempre protettore.
  • La Donna, l’anima e la forza femminile, i sentimenti che solo le donne sanno provare.
  • I Gigli, la pace interiore dopo la risoluzione dei problemi, felicità, calma e serenità. Il Sole, energia e potere divino che ci illuminano, fanno di noi individui di successo.
  • La Luna, gli istinti e le emozioni dovuti alle intuizioni ed all’ispirazione. Fascino e seduzione femminile.
  • La Chiave, la possibilità di aprire le porte a nuove situazioni, superando ostacoli e problemi.
  • Il Pesce, i beni materiali sotto forma di risorse e ricchezza.
  • L’Ancora, il posto sicuro dove fermarsi. Stabili nella fiducia degli altri sul lavoro e nella situazione finanziaria.
  • La Croce, oneri, sacrifici, sofferenze ci mettono alla prova, e bisogna attraversarle tutte.

Queste sono le carte di partenza per fare riti di divinazione con i Tarocchi della Zingara. Sono efficacissimi su domande secche per risposte mirate. Chi usa altri mazzi, probabilmente non conosce le carte originali della Zingara, ma non ci sentiamo di dire che non siano altrettanto bravi nel dare un responso.