Significato dei Tarocchi

Tarocchi on line. eu

Qual è il significato dei Tarocchi? Essi, nella loro essenza, sono un codice che utilizza immagini simboliche, simboli esoterici e religiosi, che permettono la lettura del passato e la conoscenza del presente.

I Tarocchi sono la somma di 78 carte, 22 Arcani Maggiori e 56 Arcani Minori.

Molte persone pensano che i Tarocchi siano essi stessi solo uno strumento per leggere il futuro. Ma chi siamo noi per poter decidere il futuro e dire ad un’altra persona cosa lo aspetta?

Troppe variabili incidono sul futuro che ognuno di noi si crea. Se noi facciamo un passo verso una direzione, si apre un futuro, ma che può essere diverso se il passo lo facciamo verso la direzione opposta. Questo per dire che i Tarocchi dovrebbero essere usati, prima di tutto, come enciclopedia di simboli e miti ed è indispensabile conoscerne il significato.

Cosa sono le carte dei Tarocchi

Nessuna sa veramente chi ha creato le prime carte dei Tarocchi, nessuno sa veramente da dove vengano e nessuno sa esattamente a quale secolo appartengano, nonostante tutti dicano di sapere tutto su di loro. Più o meno sono apparsi intorno all’anno mille, tra medioevo e rinascimento, nel periodo più buio dell’umanità, dove c’era assolutamente bisogno di rivolgersi a qualcosa o qualcuno di imponderabile per riuscire a ritrovare l’ottimismo e la fiducia in se stessi.

Se ci mettiamo ad analizzare uno per uno il significato delle 78 carte dei Tarocchi, ci rendiamo conto subito dell’immensità della loro costruzione geometrica, matematica, simbolica, tanto da capire che non può averli creati una sola persona. Sono davvero una costruzione meravigliosa e misteriosa.

il significato dei tarocchi

 

E’ impossibile, ci sarebbero voluti due secoli per avere questa conoscenza. Sono come un’immensa cattedrale, i tarocchi, una cattedrale tascabile. E allora cosa potrebbero essere le carte dei Tarocchi? Noi pensiamo che siano un regalo che i saggi hanno donato all’umanità.

Questa loro conoscenza, trasformata in simboli, ha attraversato i secoli per giungere fino a noi. E’ un linguaggio ottico, che parla con figure umane, con simboli, colori, piccole linee. Bisogna studiarli. Chi non conosce a memoria il significato dei Tarocchi, chi non li visualizza tutti insieme nella sua mente, ciascuno nella sua particolarità e ricchezza di simboli, collegato però agli altri per comporre il tutto della loro sapienza, non può essere un vero lettore di Tarocchi. E’ semplicemente una persona che sta dando una interpretazione a dei simboli, sta creando i suoi Tarocchi personali.

I Tarocchi servono come strumento di grande forza metafisica e psicologica. Seguendo le leggi dell’azzardo, alcune persone prendono tre o più carte, ma tre ne bastano, per creare una frase che si può leggere. Ma solo se li hai studiati veramente si possono leggere come una frase compiuta, ed ognuno di questi studiosi può leggerla nella sua lingua, che sia inglese, italiano, spagnolo, francese o quant’altro.

Il risultato di quelle tre carte, combinate con la richiesta del consultante, hanno sempre lo stesso significato, qualunque sia la lingua che si parla, perché il loro valore è assoluto. Potrai sempre dire:” Questo dicono le carte che hai scelto, quello che ti stanno dicendo combacia con quello che stai vivendo, ti parlano?”.

leggere i Tarocchi

La cosa che uno studioso del significato dei Tarocchi non farà mai sarà di valutare la risposta che i Tarocchi danno a seconda del suo stato d’animo e del suo vissuto. Un bravo lettore dei Tarocchi, uno studioso vero di questa arte divinatoria, non avrebbe nemmeno bisogno di avere dal consultante una domanda. Gli farebbe prendere le sue tre carte, le leggerebbe componendo la frase che esse riportano e chiederebbe alla persona con la quale sta interagendo se le carte gli stanno parlando, per stimolare la sua attenzione al suo io profondo e alla introspezione.

I Tarocchi devono insegnare a come creare un’anima. Il compito che ci spetta, a chi come noi ha dedicato la vita alla lettura e allo studio del significato dei Tarocchi, non è quello di predire il futuro della persona che ci consulta, ma parlare la lingua del presente utilizzando i Tarocchi. Vanno usati per porre il consultante di fronte alle sue responsabilità obbligandolo ad una ricerca psicologica profonda. Quando lavori con i Tarocchi, ti rendi conto che la fortuna esiste, che esiste la sincronicità, che tutto è collegato. Ad ogni azione corrisponde una reazione, niente è frutto di probabilità. Bisogna focalizzare il proprio spirito su una cosa e quella cosa accadrà.

Quando si è determinati, quando si entra a fondo nella dimensione che noi chiamiamo “la danza della realtà”, il mondo ti gira intorno e i propone quello che cerchi, ma sei tu che devi accorgertene predisponendoti all’apertura. Lo spirito umano deve stringere legami, si deve porre in relazione, altrimenti muore. Il Matto va incontro al Mondo per trovare un legame con esso. Quando si è connessi al mondo non si hanno nemici. Questo è il significato dei Tarocchi. Si parte dal Matto, che è la libertà totale e attraverso tutti gli Arcani Maggiori si giunge al Mondo, l’unione totale.